«PIOMBINO COMME UNE ÉQUIPE » UN COURT MÉTRAGE POUR SAUVER LA “LUCCHINI”

12 novembre 2013

Questo slideshow richiede JavaScript.

Piombino (ITALIE) – Elles ont durées sept heures, les prises du court métrage organisé le samedi 9 novembre par les athlètes de “Piombino comme une équipe”, qui ont tourné scènes dans la ville entière : de Place Bovio au Château, de Place Manzoni a la sorti de l’acièrie « Lucchini », du quartier Cotone-Poggetto à la plage de Calamoresca.

À la direction des athlètes-acteurs, une équipe formé par Luca Di Bari, jeune réalisateur, Francesca Orsini, chargée du montage, Riccardo Chiarantini, directeur de la photographie avec expérience pluriannuelle.

Pendant les prises, les athlètes s’ont lancé les ballons de chaque sport dans les rues désertes de Piombino, a signifier que un sport sans publique est aussi triste qu’une ville sans travail, qui devient vide et désolante. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

«PIOMBINO COMO UN EQUIPO» UN CORTOMETRAJE PARA SALVAR A “LUCCHINI”

12 novembre 2013

Questo slideshow richiede JavaScript.

Piombino (ITALIA) – Duró siete horas el rodaje del cortometraje organizado sábado 9 de noviembre por los atletas de “Piombino como un equipo”, que rodaron escenas en toda la ciudad: de Plaza Bovio al castillo, de Plaza Manzoni a la salida de la acería “Lucchini”, del barrio Cotone-Poggetto a la playa de Calamoresca.

A dirigir los deportistas-atletas un equipo formada por Luca Di Bari, director principiante, Francesca Orsini, encargada del montaje, Riccardo Chiarantini, director de la fotografía con experiencia plurienal.

Durante el rodaje, los atletas se lanzaron las bolas y las pelotas propias de cada deporte por las calles desiertas de Piombino, para significar que un deporte sin público es triste como una ciudad sin trabajo, que se queda vacía y desolada. Leggi il seguito di questo post »


Francia: i “343 maiali” infiammano il dibattito sulla prostituzione

31 ottobre 2013

Mentre i deputati studiano una proposta di legge per penalizzare i clienti delle prostitute, una petizione dal titolo provocatorio alimenta il dibattito.

Autoproclamandosi i “343 maiali”, i firmatari di una petizione dal titolo provocatorio, «Non toccatemi la puttana», infiammano il dibattito già aperto sulla prostituzione, alla vigilia dell’esame di una proposta di legge che mira in particolare alla penalizzazione dei clienti.
343 salauds

Spagna: 4 disoccupati su 10 sono di lungo periodo

29 ottobre 2013

Il 62% dei più di 5,5 milioni di disoccupati contabilizzati alla chiusura del terzo trimestre dell’anno, ovvero 3.439.900 disoccupati, si trova già da più di un anno in cerca di occupazione, cifra quasi 9 volte superiore a quella esistente al terzo trimestre del 2007 (387.100 disoccupati), secondo uno studio diffuso martedì da Randstad a partire dai dati dell’ultima inchiesta sulla popolazione attiva.

Dei 3.439.900 disoccupati di lungo periodo esistenti a fine settembre, il 39% (2.165.100) si trovava da due o più anni alla ricerca di un lavoro, mentre il 23% (1.275.700) ci si trovava in un periodo tra uno e due anni.

Durante gli anni della crisi, la percentuale di disoccupati di lungo periodo sul totale dei disoccupati è passato da rappresentare il 26% al 62%, quasi 40 punti di incremento tra il terzo trimestre del 2007 e lo stesso trimestre del 2013. Leggi il seguito di questo post »


La Spagna cerca di potenziare il turismo di salute

29 ottobre 2013

Il primo passo sarà lanciare una piattaforma web di promozione e commercializzazione, come hanno già fatto altri paesi competitori diretti

turmedLa Spagna cerca di potenziare il turismo di salute, segmento in cui può ancora considerarsi come paese “emergente”, nonostante sia una delle principali destinazioni turistiche del mondo, secondo un rapporto elaborato dal Ministero dell’Industria, Energia e Turismo.

Nei paesi in cui il turismo di salute è consolidato, il volume di pazienti internazionali supera i 100.000 turisti, mentre negli emergenti ammontano a una media di 20.000-50.000.

La Spagna riceve circa 20.000 pazienti internazionali all’anno a fronte dei 450.000 del Messico, che guida la lista delle destinazioni consolidate, seguito dalla Turchia (350.000) e Singapore (200.000-350.000).

A livello globale, si tratta di un settore in auge, inoltre in un contesto di crisi economica mondiale ha vissuto una crescita annuale media del 20% e le previsioni scommettono che si manterrà a questo ritmo nei prossimi anni. Leggi il seguito di questo post »


Il governo portoghese chiederà un’indagine sui casi di schiavitù in Francia

27 ottobre 2013

vineyardowrkers

Il segretario di stato delle comunità portoghesi, José Cesário, ha detto che il governo chiederà all’ispettorato del lavoro in Francia un’indagine su alcuni casi di schiavitù riguardanti cittadini portoghesi nel sudest del paese.

“Siamo venuti a conoscenza del caso solo attraverso i media. I casi non sono stati portati all’attenzione del consolato, e questo è un peccato, ma faremo il necessario per monitorare la situazione”, ha detto il segretario di stato delle comunità portoghesi, José Cesário, all’agenzia Lusa.

Tre portoghesi che sono andati in Francia per un lavoro stagionale nelle vigne della regione di Narbonne hanno intentato una causa contro l’entità per cui lavoravamo, in un caso che il sindacato locale classifica come “schiavitù moderna”. Leggi il seguito di questo post »


Il Portogallo avanza nella classifica dei paesi più disuguali

16 settembre 2013

Se la politica di austerità continuerà, il Portogallo sarà uno dei paesi con più diseguaglianze. L’allarme è di Oxfam International che stima inoltre che ci saranno 146 milioni di europei a rischio povertà entro il 2025.

Portogallo, Grecia, Irlanda, Italia, Spagna e Regno Unito saranno tra i paesi più diseguali se i governi non abbandoneranno l’austerità. A dirlo è l’organizzazione Oxfam International che indica in un rapporto, pubblicato oggi, l’aggravarsi delle disuguaglianze dovute alle attuali politiche di tagli.

Leggi il seguito di questo post »