Francia: 3,4 milioni gli occupati al minimo salariale

Il numero di salariati che percepiscono il salario minimo è salito al 14,1% a luglio 2008 contro il 12,9% dell’anno precedente. Sono particolarmente colpiti gli occupati a tempo parziale, i settori della ristorazione e le imprese di pulizia.

I francesi sono sempre più remunerati al livello più basso della scala. Dopo due anni di diminuzione, la quota di salariati pagati al livello minimo (8,71 euro all’ora) è passata dal 12,9% del 2007 al 14,1% al primo luglio 2008.

In questa data, a 2,19 milioni di occupati (esclusi quelli delle imprese agricole, ad interim, settore domestico e settore pubblico) toccava il salario minimo, indica la Dares,, la direzione statistica dei ministeri dell’economia e del lavoro francesi, in uno studio intitolato “I beneficiari del salario minimo al primo luglio 2008” [e che fantasia]. Estrapolati dall’insieme della popolazione occupata, questa cifra è salita a 3,37 milioni al primo luglio 2008, ossia un aumento del 9% in un anno. Nelle imprese con meno di 10 dipendenti, la quato raggiunge il 30%.

In tre settori si concentra un quarto del totale dei meno pagati: la ristorazione, le imprese di pulizie e il commercio al dettaglio. Gli alberghi, i caffé e i ristoranti figurano tra i più bassi: circa la metà degli occupati (46,1%) sono pagati al minimo legale. La parte degli occupati pagati al minimo salariale è elevata nella ristorazione “rapida” (due occupati su tre).

I “minimisti” lavorano per la maggior parte a tempo parziale (un salariato su tre) e nelle imprese con meno di 10 dipendenti (30% contro il 10,5% nelle imprese con più di 10 dipendenti).

L’aumento del numero di occupati al minimo salariale è dovuto alle forti valorizzazioni del livello minimo intervenute l’anno scorso (+2,3% a maggio e +0,9% a luglio), in un contesto di “minore crescita dei salari di base”, che sono progrediti meno velocemente dei prezzi tra luglio 2007 e luglio 2008, indica la Dares.

Dovrà essere nominato un gruppo di esperti nei prossimi giorni, rivela il quotidiano Les Echos, per inviare un avviso al governo e fornirgli una giustificazione economica su un’eventuale rivalorizzazione del minimo salariale, anche se l’eventualità di un ultimo ritocco è già stata scartata dal ministro del lavoro, Brice Hortefeux, a fine aprile. Il gruppo sarà composto da cinque personalità scelte dai ministri dell’economia e del lavoro, “in ragione della loro competenza economica e sociale”, secondo un decreto pubblicato il 19 maggio sulla gazzetta ufficiale francese. Il gruppo si esprimerà il suo parere quindici giorni prima della tradizionale riunione della commissione nazionale della negoziazione collettiva, nel corso della quale viene ufficializzato l’aumento del minimo salariale.

Fonte:
L’Expansion: http://www.lexpansion.com/economie/actualite-economique/france-3-4-millions-de-salaries-payes-au-smic_181691.html?xtor=RSS-123

Se l’articolo ti è piaciuto puoi votare questa notizia su Ok NOtizie. Clicca sul logo
(Comparirà una barra nella parte superiore dello schermo con cui votare la notizia. Grazie)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: