Pochi emigrati UE voteranno per le elezioni europee

Dall’introduzione del Trattato di Maastricht nel 1992, i cittadini UE residenti in altri stati membri hanno ottenuto il diritto di votare nelle elezioni per il Parlamento Europeo. In 20 paesi su 27 però, solo pochi di loro si sono registrati per farlo, secondo un’indagine di EurActiv.

In Polonia, solo 313 stranieri si sono registrati per votare per le elezioni europee a giugno, riporta la radio nazionale polacca: un misero 3% dei 10.000 cittadini che hanno preso una residenza permanente nel paese.

In Grecia, la situazione è leggermente migliore. 6.505 cittadini si sono registrati, sui 140.000 identificati nell’ultimo censimento del 2001, secondo le cifre del Ministero dell’Interno.

Il Belgio, casa della istituzioni europee, non sta molto meglio, visto che solo l’11,18% dei cittadini UE che vivono qui si sono registrati per votare (66.203 su 592.390), secondo l’ufficio elettorale del paese.

La situazione è simile in Svezia, la cui autorità elettorale,Valmyndigheten, ha osservato due settimane prima della data di chiusura delle liste che 219.000 cittadini UE in età di voto risiedono nel paese. Di questi però solo 37.000 si sono interessati al loro diritto di voto.

Cipro sembra essere l’eccezione, visto che 4.725 nuovi cittadini europei (in aggiunta ai 2.054 che erano già presenti per la tornata elettorale del 2004) si sono registrati. “Nonostante gli impedimenti della burocrazia, che ostacolano la registrazione e la legislazione, molti sostenitori dell’Europa hanno salutato queste cifre come un risultato impressionante”, riporta il Cyprus Mail.

Julia De Clerk-Sachsse, ricercatrice associata al Centro per gli Studi delle Politiche Europee a Bruxelles, dice di non essere sorpresa dalle basse cifre. “Non mi sorprende affatto. È un fenomeno di cui ci si è abbastanza  al corrente in tutta Europa”, dice ad EurActiv, suggerendo inoltre che molti residenti all’estero, specialmente in paesi come il Belgio che sono in posizione centrale, preferiscono tornare nei loro paesi di origine per esprimere il proprio voto. “Le persone sono abbastanza mobili, tornano a casa spesso anche solo per il weekend”, dice. “Questo certamente gioca un certo ruolo”.

La partecipazione è una delle principali preoccupazioni per le prossime elezioni europee, con gli ultimi sondaggi che suggeriscono che la si potrebbe scendere a un minimo storico il 4-7 giugno (EurActiv 15/04/09).

Una partecipazione bassa in Europa, con differenze nazionali persistenti

Benché gli europei abbiano il diritto di partecipare alle elezioni per il Parlamento Europeo nel loro paese di residenza (se diverso dal loro paese di origine), la loro partecipazione è spesso bassa. Nelle elezioni del 1999, solo l’1,8% dei cittadini stranieri UE hanno espresso il loro voto in Grecia e il 2,1% in Danimarca, secondo le cifre della Commissione. In Irlanda la cifra è stata del 43,9%.

L’esecutivo UE crede che la maggior parte dei cittadini residenti all’estero siano a conoscenza del loro diritto di voto, ma che siano insufficientemente informati su come esercitarlo.

In realtà le procedure di registrazione per votare sono in diverse in ciuascuno dei 27 stati membri, secondo le rispettive leggi nazionali. In Polonia, Germania e Francia gli stranieri devono presentare un modulo speciale all’ufficio elettorale della loro città di residenza. In Lituania, il modulo per la registrazione ufficiale del votante dovrebbe essere inviato via posta, mentre nel Regno Unito la registrazione deve essere fatta online. In altri paesi, la residenza permanente implica l’automatica eleggibilità a votare.

Anche le date per registrarsi differiscono da una paese all’altro. La registrazione finisce il 31 dicembre precedente l’anno elettorale in Francia, mentre i cittadini irlandesi e i cittadini UE che vivono in Irlanda possono inoltrare la domanda 15 giorni lavorativi prima della data delle elezioni.

Anche i criteri per la registrazione variano ampiamente: per esempio, un cittadino UE che vive in Bulgaria da meno di 3 mesi non può votare, mentre nella Repubblica Ceca i cittadini UE devono risiedere nel paese per almeno 45 giorni prima di avere garantito il diritto di esprimere il proprio voto. A Cipro, è richiesto un periodo di residenza minimo di 6 mesi, mentre il Lussemburgo richiede due anni.

Il caso di Malta

Queste disparità non aiutano i cittadini UE. Infatti a Malta, un confronto tra i registrati del 2004 e quelli del 2009 ha rivelato la settimana scorsa che 966 dei 1050 cittadini UE registrati nel 2004 sono stati cancellati, e non potranno votare a Malta il 6 giugno.

Secondo Joe Calleja, segretario della commissione elettorale maltese, tutti i residenti non maltesi avevano tempo fino al 31 marzo per registrarsi e quelli che non lo hanno fatto sono stati automaticamenterimossi. La situazione è marcatamente differente per i nazionali maltesi che non hanno dovuto ri-registrarsi per le elezioni di giugno. I cittadini sono confusi anche a causa di una campagna pubblicitaria fallimentare che non è riuscita a spiegare ai 1050 non maltesi che avrebbero dovuto ripresentarsi per la procedura di registrazione anche nel 2009.

Tutti coloro i cui nomi sono stati rimossi hanno ora 20 giorni, a partire da lunedì 20 aprile, per fare domanda di essere inclusi nel registro elettorale del 2009. Il numero di residenti UE che si sono registrati per votare fino ad ora è basso, visti i 19.000 attuali residenti a Malta.

Fonte:
EurActiv: http://www.euractiv.com/en/eu-elections/eu-expats-vote-locally-june-elections/article-181898

Se l’articolo ti è piaciuto puoi votare questa notizia su Ok NOtizie. Clicca sul logo
(Comparirà una barra nella parte superiore dello schermo con cui votare la notizia. Grazie)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: