Il Parlamento Europeo è più potente di quanto si creda.

“Portare i cittadini più vicino all’Europa (e non portare l’Europa più vicino ai cittadini) è la sifda più grande” delle prossime elezioni per il Parlamento Europeo, afferma Nicolaus Heinen della Deutsche Bank Reasearch in un documento di aprile.

Dal 4 al 7 giugno, oltre 375 milioni di cittadini UE dei 27 stati membri elegeranno direttamente, per una legislatura di 5 anni, 736 membri del Parlamento Europeo. “Queste elezioni si terranno per un parlamento spesso ingiustamente etichettato come inutile e sottovalutato”, scrive Heinen.

“Dalla sua prima seduta del 1958, il Parlamento Europeo ha gudagnato molta importanza e molte competenze”, afferma notando che “oltre il 40% della legislazione vigente in Germania è frutto di un’iniziativa politica europea”.

“In settori come l’agricoltura o le politiche ambientali, la percentuale è vicina all’80%”, aggiunge.

“Al contrario dei parlamenti nazionali, il Parlamento Europeo non è dominato da un partito o da una coalizione di governo”, sottolinea il ricercatore. “Questo permette di prendere decisioni autonome e strategiche su questioni rilevanti secondo principi specifici, invece di quelli dettati dalle gerarchie di partito”, spiega.

“Il grande pubblico non è sufficientemente a conoscenza dell’influenza del Parlamento Europeo”, lamenta Heinen, mentre l’interesse pubblico verso l’assemblea UE ” è sceso durante gli ultimi anni”.

I sondaggi indicano che le questioni principali in questa campagna elettorale sono la disoccupazione e la crescita ecoomica, insieme all’inflazione e al potere di acquisto, afferma il documento. Anche se queste questioni “sono chiaramente gestite a livello nazionale, il Parlamento ha grandi possibilità di poter dire la sua”, dice Heinen, dando tre giustificazioni a questa affermazione.

  • La legislazione europea è un fattore chiave nel migliorare il funzionamento dei mercati del lavoro;
  • La crescita economica da sola non può essere controllata dai politici – ma essi possono creare un ambiente favorevole fornendo le giuste condizioni di cornice;
  • Il Parlemento Europeo tiene d’occhio l’inflazione a livello istituzionale, per esempio con le udienze trimestrali del presidente della Banca Centrale Europea in commissione affari economici e monetari.

“Questi importanti settori di competenza del Parlamento Europeo dovrebbero essere comunicati al pubblico in modo chiaro e in tempo per l’avvicinarsi delle elezioni”, sottolinea Heinen.

“Questo potrebbe aiutare ad evitare che le elezioni europee vengano usate ancora una volta come un capro espiatorio per le mancanze e gli insuccessi delle politiche nazionali”, conclude.

Fonte:
EurActiv: http://www.euractiv.com/en/eu-elections/european-parliament-powerful-reputation/article-181911

Se l’articolo ti è piaciuto puoi votare questa notizia su Ok NOtizie. Clicca sul logo
(Comparirà una barra nella parte superiore dello schermo con cui votare la notizia. Grazie)

Annunci

3 Responses to Il Parlamento Europeo è più potente di quanto si creda.

  1. nina76 ha detto:

    ho visto qualche programma di alcuni candidati e quello della Melchiorre non mi è sembrato affatto male

  2. pacallo91 ha detto:

    curioso di questo nome che hai fatto sono andato a leggermi il programma della Melchiorre….non dice sciocchezze…..in particolare condivido i suoi pensieri sullo sviluppo economico e il rispetto ambientale…niente male…

  3. Oyasuminasai ha detto:

    non è che state facendo un po’ di propaganda?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: