Domenica la Svizzera si gioca il suo futuro economico

Gli svizzeri si pronunciano domenica sul prolungamento degli accordi che permettono agli europei di lavorare sul loro territorio, un voto ad alta tensione, suscettibile di rimettere in causa le relazioni della Confederazione con il suo primo partner economico.

Circa cinque milioni di elettori hanno già cominciato a votare per corrispondenza per decidere se vogliono o no prolungare gli accordi sulla libera circolazione in vigore dal 2002 e soprattutto accettare che gli accordi siano estesi alla Romania e alla Bulgaria, ultimi paesi entrati nell’Unione Europea.

La posta in palio in questo referendum è tale che Bruxelles, con cui Berna ha moltiplicato gli accordi economici, ha già da ora previsto che un “no” comporterebbe l’applicazione della “clausola della ghigliottina”. Secondo questo principio decadrebbero gli altri sei accordi firmati nel 1999 tra la Svizzera e l’UE insieme a quello sulla libera circolazione.

Più profondamente, è “tutto l’approccio bilaterale scelto dalla Svizzera che sarà riconsiderato”, spiega il portavoce del Partito Sociale svizzero, Jean_Yves Gentil. Una prospettiva per lo meno angosciante per le autorità di Berna, coscienti che la Confederazione elvetica è estremamente dipendente dai suoi vicini che assorbono i due terzi delle sue esportazioni.

Da più di un mese, non passa giorno che un ministro o l’altro intervenga sui media svizzeri per difendere gli accordi economici con Bruxelles che hanno aperto, secondo loro, un mercato di circa 500 milioni di consumatori europei e apportato l’1% della crescita annuale della Confederazione generando 250.000 posti di lavoro dal 2004. Argomenti economici resi ancora più cruciali dalla crisi che non risparmia la Svizzera dove la paura della disoccupazione cresce di giorno in giorno.

La paura che i lavoratori stranieri “rubino” i posti di lavoro agli svizzeri ha così alimentato la maggioranza dei discorsi dell’estrema destra, principale oppositrice a un avvicinamento con l’UE. L’Unione Democratica Cristiana (UDC), notoriamente xenofoba e anti-europea, non ha perciò risparmiato i suoi effetti e diffuso dei manifesti con dei corvi neri, a rappresentare rumeni e bulgari, che tentano di divorare il territorio svizzero.
L’immagine ha shockato le capitali coinvolte, ma questo partito, prima forza della Confederazione (29% dei voti) che ha appena avuto un posto nel governo, è abituata a questo ed altro. Non aveva esitato nel 2007 a rappresentare tre pecore biance su una bandiera svizzera che espellevano un calcio una pecora nera. Per l’UDC, la Buglaria e la Romania sono “due paesi del terzo mondo dentro l’UE”, “rosicchiate dalla corruzione e dalla ciminalità” e la cui emigrazione è considerata “enorme”.

La metà dei votanti auspica il prolungamento degli accordi

Secondo l’ultimo sondaggio del 30 gennaio, la retorica della destra populista ha portato dei risultati, in un paese molto attaccato alla sua indipendenza. Rispetto all’inizio di gennaio, il “no” ha guadagnato terreno, passando al 43% (dal 40%). Tuttavia, i sostenitori del “sì” restano ancora più numerosi, la metà delle persone intervista si dicono favorevoli agli accordi. Resta ancora un 7% di indecisi che potrebbero fare la differenza.

Anche se gli svizzeri hanno sempre approvato gli accordi con Bruxelles fino ad oggi, Léonard Bender, un respondabile del Partito Radicale Democratico (PRD) non ha nascosto la sua inquietudine in ragione del nuovo contesto di crisi, confidando: “Un risultato positivo sarà un sollievo”.

Questo blog seguirà il referendum svizzero riportandone i risultati lunedì.

Fonte:
Le Fiv: http://www.levif.be/actualite/europe/72-57-28976/dimanche–la-suisse-jouera-son-avenir-economique.html

Per saperne di più:
Wikipedia: Accordi bilaterali tra Svizzera e UE

Se l’articolo ti è piaciuto puoi votare questa notizia su Ok NOtizie. Clicca sul logo
(Comparirà una barra nella parte superiore dello schermo con cui votare la notizia. Grazie)

Annunci

One Response to Domenica la Svizzera si gioca il suo futuro economico

  1. […] Se non sai di cosa si tratta leggi l’articolo correlato: “Domenica la Svizzera si gioca il suo futuro economico” […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: